Shop

Cos'è l'ADHD?

Molte persone ci chiedono "cosa significa ADHD?". Il significato di ADHD è Disturbo da deficit di attenzione e iperattività. È un disturbo che di solito si sviluppa durante l'infanzia, ma a volte non viene nemmeno diagnosticato fino all'adolescenza o all'età adulta.

L'ADHD è caratterizzato dall'incapacità di un individuo di concentrarsi o prestare attenzione. Chi ne soffre mostra irrequietezza, impulsività e senso di disorganizzazione. Sono anche estremamente impazienti e si distraggono facilmente, anche quando fanno qualcosa che li interessa. La condizione è spesso vista come un disturbo dell'apprendimento perché può interferire in modo drammatico con il processo di apprendimento.

Ci sono molte controversie che circondano la diagnosi di ADHD. Alcuni individui trovano l'aggiunta di "iperattività" alla diagnosi imprecisa, superflua, inappropriata e persino offensiva. Poiché il disturbo è spesso visto per primo nei bambini, molti credono che sia una diagnosi eccessiva o una frode perpetuata dalle industrie psichiatriche e farmaceutiche sulle famiglie che cercano di capire il loro bambino eccitabile. C'è poco che si capisce su questa condizione da una prospettiva scientifica.

Cause dell'ADHD: quali sono le cause dell'ADHD?

La domanda che sorge nella mente della maggior parte delle persone quando incontrano qualcuno affetto da questo disturbo è "cosa causa l'ADHD?". La maggior parte delle persone ignora quali siano le cause o i sintomi dell'ADHD. Questo è il motivo per cui il tasso di persone affette da questo disturbo aumenta di giorno in giorno. Per riconoscere i sintomi di questa malattia e trattarla adeguatamente, le persone devono essere consapevoli di ciò che causa l'ADHD. Ciò potrebbe dare origine a questo disturbo.

In questa sezione, presentiamo i fattori che portano al disturbo da deficit di attenzione e iperattività negli adulti e nei bambini come identificato dai ricercatori.

Cause di ADHD negli adulti

La causa esatta dell'ADHD deve ancora essere scoperta. Tuttavia, molte ricerche hanno esaminato diverse possibili spiegazioni.

  1. Genetico e neurologico

La condizione sembra essere in parte causata dal tuo corredo genetico. Il disturbo è più comune nei parenti delle persone affette rispetto alle persone senza, ed è molto più probabile che un gemello abbia di nuovo questo disturbo se il loro fratello / sorella gemello ce l'ha. Tuttavia, è importante capire che avere qualcuno nella tua famiglia con ADHD non significa che avrai sicuramente l'ADHD. Avere i geni per l'ADHD non ti fa avere il disturbo; significa solo che potresti averlo.

Le persone con ADHD hanno dimostrato di avere diversi livelli di attività in alcune aree del cervello, come le aree nella parte anteriore del cervello che sono coinvolte nella pianificazione e nel controllo del comportamento. Inoltre, le aree del cervello coinvolte nel controllo del movimento mostrano differenze. Questo potrebbe essere il motivo per cui i bambini con ADHD sembrano agitarsi e muoversi in modo incontrollabile.

  1. Conoscitivo

I ricercatori escogitano anche modelli di come i sintomi principali dell'ADHD influenzano le altre aree della vita di qualcuno. Mostra come problemi di disattenzione, iperattività e impulsività possono influire sulla loro vita.

Cause di ADHD nei bambini

L'ADHD è un disturbo comportamentale comune che colpisce circa l'8-10% dei bambini in età scolare. I ragazzi hanno circa tre volte più probabilità delle ragazze di ricevere una diagnosi, anche se non si è ancora capito il motivo.

I bambini con ADHD agiscono senza pensare, sono iperattivi e hanno difficoltà a concentrarsi. Possono capire cosa ci si aspetta da loro, ma hanno problemi a seguirlo perché non possono stare fermi, prestare attenzione o prestare attenzione ai dettagli.

Naturalmente, a volte tutti i bambini (specialmente quelli più piccoli) si comportano in questo modo, in particolare quando sono ansiosi o eccitati. Ma la differenza con l'ADHD è che i sintomi sono presenti per un periodo di tempo più lungo e si verificano in contesti diversi. Mettono in pericolo la capacità di un bambino di funzionare socialmente, accademicamente ea casa.

La vera causa?

C'è più di una causa per il disturbo da deficit di attenzione e iperattività nei bambini, la maggior parte dei quali ha origine da aspetti biologici. In pochi casi, i genitori devono essere incolpati di una tale condizione, ma si ritiene che il cambiamento nella struttura del cervello possa essere uno dei motivi principali. Inoltre, ci sono alcuni agenti ambientali che potrebbero modificare il comportamento di un bambino.

  1. Anatomia modificata e routine cerebrale

I bambini a cui viene diagnosticato l'ADHD hanno notevoli differenze nella funzione del cervello rispetto alle loro controparti. Le sostanze chimiche presenti nel cervello, vale a dire i neurotrasmettitori, sono responsabili di tale comportamento. Queste sostanze chimiche sono essenziali per l'interazione delle cellule presenti nel cervello. Il neurotrasmettitore associato a questo disturbo, chiamato dopamina, tende a non funzionare correttamente e quindi provoca conseguenze sfavorevoli che includono impulsività, mancanza di concentrazione e iperattività. Inoltre, è stato scientificamente dimostrato che un bambino con disturbo ADHD ha un volume cerebrale significativamente inferiore rispetto a un bambino normale. Tali bambini risultano essere meno sensibili nelle situazioni in cui ricevono complimenti o punizione.

  1. Geni

Si ritiene che il disturbo ADHD sia anche trasferito da genitori a cui è stata diagnosticata l'ipertensione. Ogni quarto bambino che soffre di questo disturbo ha un parente con ADHD. Questo disturbo si trova anche più comunemente nei gemelli identici. Ci sono anche possibilità per un bambino di acquisire l'ADHD se i genitori tendono ad avere disturbi psichiatrici.

  1. Fattori materni

Le madri incinte che hanno l'abitudine di fumare rappresentano una minaccia di avere un figlio con ADHD. Allo stesso modo, l'uso di alcol o altre droghe durante il periodo di gestazione può ritardare efficacemente l'attività dei neuroni che producono dopamina. Uno dei fattori negativi è che una donna incinta viene esposta a un veleno chimico come i bifenili policlorurati. Una tale sostanza chimica è ampiamente utilizzata nell'industria dei pesticidi.

È stato dimostrato che il consumo di droghe come la cocaina ostacola la normale crescita dei recettori cerebrali.

Inoltre, ci sono casi in cui le madri sono meno affettuose e sono molto critiche nei confronti dei propri figli. Tendono anche a punire severamente il bambino letteralmente per una piccola ragione. Una tale situazione potrebbe mostrare sintomi di ADHD nel comportamento del bambino.

  1. Esposizione di un bambino a veleni ambientali

I bambini, se esposti a tossine ambientali come piombo e bifenili policlorurati, hanno paura di contrarre questo disturbo. Una maggiore esposizione ai livelli di piombo potrebbe persino provocare un comportamento violento di un bambino. Il piombo si trova anche nella sabbia, nella polvere e anche nei tubi dell'acqua. Altri possibili fattori ambientali includono l'inquinamento, i prodotti alimentari che hanno colori artificiali e l'esposizione alla luce fluorescente. È interessante notare che anche lo zucchero ha dimostrato di aumentare il comportamento iperattivo in alcuni casi.

Altri fattori

Ci sono pochi altri fattori di rischio che sembrano causare l'ADHD. Includono guardare la televisione per un periodo più lungo che potrebbe indurre il cervello a desiderare una stimolazione costante.

Le carenze nella dieta quotidiana del bambino che spiegano una cattiva alimentazione potrebbero comportare un comportamento modificato.

I bambini privi di amore e sicurezza si rendono conto che i loro bisogni non sono soddisfatti e sviluppano sintomi simili a quelli dell'ADHD.

Qualunque siano le cause dell'ADHD nel tuo bambino, trovarlo e trattarlo al momento giusto è la cosa migliore che puoi fare, per riportare tuo figlio alla vita normale. Sebbene possano essere necessari del tempo e farmaci appropriati, per riportare il bambino a uno stato normale, si dovrebbe essere pazienti e abbastanza attenti, per tutto il periodo di trattamento.

Sintomi dell'ADHD: quali sono i segni dell'ADHD?

Trattare con il disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) è tutt'altro che facile. A peggiorare questa situazione non è sapere se si è affetti da questo disturbo.

Per la maggior parte, i sintomi dell'ADHD si verificano quando un bambino si sviluppa. E anche gli adulti possono avere periodi di tempo in cui si sentono sfocati o distratti. È anche molto facile confondere i sintomi dell'ADHD con un'ampia varietà di altri problemi come difficoltà di apprendimento e altri tipi di problemi emotivi. Questo è il motivo per cui è importante che un caso sospetto di ADHD venga diagnosticato da un operatore sanitario.

Molte persone si chiedono "Ho l'ADHD?". Bene, non c'è solo un semplice test fisico o medico che può essere utilizzato per determinare se qualcuno ha la condizione. Per i genitori che sospettano che il loro bambino possa avere questa condizione, è importante parlare con il medico del bambino delle loro preoccupazioni. Avranno una lista di controllo dei diversi sintomi e potranno assicurarsi che il bambino non presenti sintomi di condizioni simili.

Sebbene sia sempre consigliabile consultare un medico, alcuni segni di ADHD sono chiaramente evidenti anche a persone non addestrate. Secondo il National Institute of Mental Health (NIMH), questi sintomi di ADD sono classificati in tre designazioni: disattenzione, iperattività e impulsività.

  1. Lottando con l'istruzione

Una delle pietre miliari della categoria disattenzione è alle prese con le istruzioni. Ciò include problemi con le indicazioni sugli incarichi di lavoro, nonché la mancata concentrazione sui progetti scolastici. La confusione e l'incapacità di concentrarsi su singole attività sono anche legate a problemi con le seguenti istruzioni.

  1. Agitarsi e contorcersi

I movimenti iperattivi, come agitarsi e dimenarsi, possono essere segni di ADHD. Se non riesci a smettere di muoverti mentre sei seduto, o picchietti o scuoti costantemente un'appendice, considera di parlare con il tuo medico dell'ADHD o di altri problemi gravi, come il morbo di Parkinson o la sindrome di Tourette.

  1. Problemi con il lavoro silenzioso

Sebbene simile alla difficoltà con le istruzioni, avere problemi con il lavoro silenzioso è un sintomo diverso, ma comune, del disturbo da deficit di attenzione secondo il NIHM. Questo segno di ADHD va spesso di pari passo con movimenti o vocalizzazioni iperattivi. Ambienti tranquilli, come biblioteche o ospedali, spesso servono come luoghi privilegiati per esporre questo sintomo.

  1. Impazienza

Il top della categoria dell'impulsività appartiene all'impazienza. Molte persone soffrono quotidianamente con livelli normali di impazienza. Tuttavia, quando questa mancanza di pazienza si avventura in un territorio estremo, diventa un segno di ADHD. Confronta la tua capacità di rimanere calmo e composto con quelli intorno a te per aiutare a chiarire questo potenziale problema.

  1. Parlare senza sosta

Non c'è niente di sbagliato nell'avere una personalità frizzante o loquace. Per molte persone questo è piacevole e divertente. Tuttavia, coloro che parlano abitualmente, in modo eccessivo e senza motivo potrebbero essere alle prese con uno dei sintomi più diffusi dell'ADHD: parlare senza sosta.

  1. Sognare ad occhi aperti e confusione

Simile a una mancanza di concentrazione, cadere in sessioni di sogni ad occhi aperti spesso è associato a questo disturbo. Inoltre, diventare confusi quando stai riprendendo la concentrazione da questi sogni ad occhi aperti sono segni di ADHD. A tutti piace rivivere un ricordo malinconico o lasciare che la mente vaghi di tanto in tanto, ma quando questa attività diventa incontrollabile, potrebbe essere il momento di considerare un aiuto.

  1. Interruzione degli altri e problemi con le conversazioni

Anche le persone più socievoli possono balbettare e inciampare in una conversazione di tanto in tanto, facendo molti passi falsi lungo la strada. Quando questi problemi diventano incontrollabili o si verificano troppo spesso, il problema passa a un caso potenziale. Se interrompi gli altri spesso o non aderisci ai normali standard di conversazione, queste azioni possono sottolineare un problema mentale più grande. Questo è uno dei sintomi dell'ADHD nei bambini.

  1. Guida imprudente

Sapevi che uno dei sintomi dell'ADHD negli adulti è la guida spericolata? Quando si ha l'ADHD, può essere molto difficile mantenere la concentrazione sulla strada. Puoi facilmente distrarti, il che potrebbe causare incidenti stradali. Anche il traffico può renderti molto irrequieto. Quel che è ancora peggio è che hai maggiori probabilità di entrare in discussioni e litigi per strada.

  1. Problemi di relazione

Che tu ci creda o no, uno dei sintomi più comuni dell'ADHD negli adulti sono i problemi di relazione. Ciò è dovuto al fatto che le persone con ADHD adulte hanno difficoltà ad ascoltare e rispondere in modo efficace, con conseguente scarsa comunicazione. Anche onorare gli impegni diventa problematico. Inoltre, le persone che hanno l'ADHD tendono ad avere improvvise esplosioni di rabbia che sono dannose per un matrimonio, un'amicizia o un'altra relazione.

Conclusione

Molti altri sintomi sono anche associati all'ADHD. L'incapacità di stare fermi a cena, correre in contesti inappropriati e gli ostacoli all'apprendimento contribuiscono tutti a un caso positivo di questo disturbo. Tuttavia, tutti si incanalano in questi sette segni più grandi o li aumentano in una qualche forma o forma. Se riscontri problemi con uno qualsiasi di questi sintomi, o una combinazione di diversi, prendi in considerazione la possibilità di fissare un appuntamento per la diagnosi di ADHD con il tuo caregiver primario o qualsiasi psicologo per discutere ulteriori azioni.

Diagnosi di ADHD: come viene diagnosticata l'ADHD?

Segni o sintomi comuni dell'ADHD includono: impulsività, irrequietezza, distrazione facile e incapacità di portare a termine le attività. Mentre i bambini sono più comunemente diagnosticati, l'ADHD è un disturbo che affligge anche molti adulti. Ci sono stati diversi test sviluppati per aiutare a diagnosticare l'ADHD nei bambini, con alcuni dei più affidabili elencati di seguito.

Il test Stanford-Binet

Lo Stanford-Binet Test è la valutazione delle capacità cognitive più popolare, nota anche come test del QI. Consiste di sessanta domande a cui l'individuo è chiamato a rispondere. Queste risposte vengono quindi valutate per fornire una stima dell'abilità cognitiva, o QI del paziente. Questo test può essere eseguito sia online che tramite un medico.

La Weschler Intelligence Scale for Children

Un test popolare per i bambini è la Weschler Intelligence Scale for Children (WISC-IV). Il test viene condotto su bambini di età compresa tra 6 e 16 anni e richiede tra i 48 ei 65 minuti per determinare l'abilità intellettuale generale del paziente. Il test è composto da quindici test secondari, misurati da cinque indici principali. Questi sono: l'indice di compressione verbale, l'indice spaziale visivo, l'indice di ragionamento fluido, l'indice di memoria di lavoro e l'indice di velocità di elaborazione. Questi indici vengono valutati insieme ai quindici test secondari per determinare l'abilità intellettuale dell'individuo testato, che a sua volta può aiutare a diagnosticare l'ADHD.

La batteria Kaufman per bambini

Un altro test popolare per diagnosticare l'ADHD nei bambini è la Kaufman Battery for Children (KABC). Il KABC è un test di diagnosi psicologica per valutare lo sviluppo cognitivo che è stato sviluppato nel 1983 e rivisto nel 2004. Questo test utilizza nuovi sviluppi nella teoria psicologica e nella metodologia statistica, rendendolo popolare tra pazienti e medici. La KABC presta anche un'attenzione particolare ai gruppi di portatori di handicap e ai gruppi che soffrono di difficoltà di apprendimento, nonché alle minoranze culturali.

Intervista con un medico e scale di valutazione

Oltre a questi test, un paziente sospettato di soffrire della condizione può condurre un colloquio con un medico, durante il quale verrà eseguito anche un esame fisico. Una lista di controllo del comportamento e della scala di valutazione verrà fornita ai genitori e agli insegnanti del paziente da compilare durante il monitoraggio dell'individuo per determinare se si verificano determinati fattori e sintomi. Questi elenchi di valutazione combinati con uno qualsiasi dei test menzionati in precedenza sono stati determinati per essere modi efficienti per diagnosticare.

Trattamento ADHD: Farmaci per l'ADHD vs terapia

Come genitori, volete sempre trovare il miglior trattamento per vostro figlio per aiutarlo a uscire dal problema velocemente e facilmente. Il fatto è che non esiste un trattamento migliore per l'ADHD e un altro fatto è che attualmente non esiste una cura per l'ADHD. Tuttavia, non devi essere deluso. I trattamenti disponibili possono comunque aiutare tuo figlio ad avere una vita di successo.

Farmaci per l'ADHD

Prescrizione di farmaci per l'ADHD per i bambini

Questa opzione di trattamento è ampiamente utilizzata e porta effetti rapidi.

I primi farmaci per l'ADHD che vengono prescritti sono di solito stimolanti. Questi stimolanti aumentano l'attività nel cervello, in particolare nelle aree responsabili dell'attenzione, del controllo degli impulsi e della concentrazione. Gli stimolanti hanno effetti positivi quando si tratta di migliorare la concentrazione e l'autocontrollo. Tuttavia, quando si tratta di abilità sociali e risultati negli accademici, questi dipendono ancora dal bambino stesso. I farmaci stimolanti contengono effettivamente uno di entrambi: metilfenidato e anfetamine.

La prima scelta dei due è il metilfenidato perché è stato riscontrato che ha meno effetti collaterali. Il metilfenidato in realtà è disponibile in periodi brevi, medi e lunghi. Se il bambino non risponde al metilfenidato, gli vengono prescritte anfetamine. Per brevi periodi che durano 6 ore, vengono prescritti Dextrostat e Dexedrine. Per medie e lunghe durate, viene prescritto Adderall.

Se gli stimolanti non sono efficaci sul bambino, allora Atomoxetina e gli antidepressivi sono prescritti. Quando due trattamenti che coinvolgono stimolanti hanno fallito, l'atomoxetina è il passo successivo del processo.

Una cosa importante da notare sui farmaci per l'ADHD è il fatto che non esiste un singolo farmaco raccomandato per tutti i bambini. I farmaci vengono effettivamente somministrati per tentativi ed errori. Questi dipendono tutti da come reagirebbe il bambino a un particolare farmaco. Tuttavia, quando viene determinato il farmaco giusto, i sintomi del disturbo possono essere gestiti facilmente già.

Se c'è un'altra cosa che dovresti sapere sui farmaci per l'ADHD, è il fatto che non curano realmente le cause del disturbo. Tutto quello che possono fare è alleviare i sintomi dell'ADHD. Inoltre, quando questi farmaci sono combinati con la consulenza o la terapia comportamentale, questo può effettivamente aiutare molto.

Prescrizione di farmaci ADHD per adulti

La condizione non è solo un disturbo nei bambini. Succede anche negli adulti! Anche se può sembrare difficile da gestire, c'è speranza e ottimi benefici nell'uso di farmaci per l'ADHD per gli adulti.

Ci sono molte opzioni per scegliere quale farmaco per l'ADHD è giusto per te. Puoi prendere farmaci per l'ADHD su prescrizione o provare rimedi naturali per l'ADHD.

Per ottenere una prescrizione per l'ADHD, devi prima essere diagnosticato da uno psichiatra o neuropsicologo. Ciò comporta una serie di domande e test per determinare quale sottotipo di ADHD potresti avere. Questo aiuterà a determinare quale farmaco per l'ADHD è giusto per te.

Esistono diverse classi di farmaci da prescrizione per adulti con ADHD. Questi vanno dagli stimolanti ad altre classi di farmaci che hanno effetti indiretti nell'aiutare i sintomi dell'ADHD.

  • Adderall: è una combinazione di anfetamine e dextroamphetamine. Questa è una scelta comune di farmaci per l'ADHD per gli adulti. Adderall agisce sul sistema nervoso centrale per aiutare ad alleviare l'iperattività e il controllo degli impulsi. Il medico modificherà la dose fino a quando non formerà un piano di trattamento adatto a te.
  • Ritalin (Metilfenidato): è uno stimolante del sistema nervoso centrale simile a Adderall. Aiuta ad alleviare i sintomi di iperattività e controllo degli impulsi. Il Ritalin è un farmaco che prende di mira sia i sintomi dell'ADHD che quelli dell'ADD. Si raccomanda che questo farmaco faccia parte di un programma di trattamento di supporto che comprende consulenza e altre terapie per massimizzare il trattamento dell'ADHD.
  • Concerta (Metilfenidato): agisce proprio come il Ritalin come stimolante del sistema nervoso centrale. Concerta è un altro marchio per questa classe di farmaci, così come Metadate.
  • Vyvanse (Lisdexamfetamine) è un nuovo farmaco per l'ADHD per gli adulti. Vyvanse può anche essere tranquillamente usato nei bambini con ADHD di età superiore ai 6 anni. È uno stimolante del sistema nervoso centrale che allevia i sintomi di iperattività, controllo degli impulsi e aiuta gli adulti ADHD che hanno problemi di alimentazione incontrollata a causa della loro impulsività. Il motivo per cui Vyvanse è una scelta migliore di farmaci per l'ADHD per gli adulti è perché non ha effetti collaterali così gravi come i tempi di rilascio immediato di altri farmaci per l'ADHD.
  • Straterra: questo farmaco non è uno stimolante, a differenza di altri farmaci per l'ADHD per adulti. Straterra è un inibitore selettivo della ricaptazione della noradrenalina, che è un meccanismo d'azione simile ad alcuni antidepressivi. L'effettivo meccanismo d'azione del trattamento dell'ADHD con questo farmaco è sconosciuto. Tuttavia, si pensa che provenga dall'aumento della noradrenalina nel cervello. La norepinefrina gioca un ruolo importante nella capacità di attenzione e nel comportamento. Si raccomanda a Straterra di far parte di un programma di trattamento che coinvolge misure psicologiche, educative e sociali per trattare la condizione.

Come puoi vedere ci sono diverse alternative per i farmaci per l'ADHD per gli adulti. Per saperne di più su quale farmaco è più adatto a te, dovrai chiedere consiglio al tuo medico quando studi tutte le tue opzioni per scoprire cosa puoi prendere per la tua condizione.

Differenza tra i farmaci per l'ADHD con prescrizione IR e XR per gli adulti

Ognuno risponde in modo diverso ai farmaci per l'ADHD. Potrebbe essere necessario provare alcuni farmaci diversi che potrebbero funzionare meglio per te.

La differenza tra le formulazioni IR e XR è l'intervallo di tempo in cui funzionano. Nei farmaci per l'ADHD per adulti, il tempo in cui il farmaco viene rilasciato può svolgere un ruolo fondamentale nel trattamento dell'ADHD.

Le formulazioni IR sono note come formulazioni a rilascio immediato. Queste formulazioni funzioneranno immediatamente una volta ingerite. A seconda delle esigenze di un adulto con ADHD, potrebbe essere necessario somministrare le formulazioni IR più frequentemente per evitare che il farmaco svanisca.

Le formulazioni ER vengono rilasciate nel tempo. Forniscono un inizio d'azione molto più fluido e hanno una maggiore durata del tempo in cui lavorano nel corpo. Questa opzione può essere un'ottima scelta per diminuire gli effetti collaterali di alcuni adulti con esperienza di ADHD sulle formulazioni IR. Inoltre, le formulazioni ER sono un'ottima scelta per le persone che dimenticano di assumere i farmaci in modo tempestivo.

Farmaci naturali per l'ADHD per adulti

Insieme o anche senza prescrizione di farmaci per l'ADHD per adulti, ci sono prodotti naturali là fuori che possono essere una scelta eccellente per il trattamento dell'ADHD negli adulti. Prima di considerare un farmaco naturale per l'ADHD, assicurati di discutere le opzioni con il tuo medico.

  • Olio di pesce: gli acidi grassi omega 3 hanno dimostrato di aumentare le capacità di salute mentale negli adulti con questa condizione. L'olio di pesce può migliorare l'iperattività, migliorare la capacità di attenzione e diminuire il pensiero poco chiaro. Puoi prendere l'olio di pesce come capsula o da alimenti come salmone, tonno, trota e sardine. Le forme delle capsule sono molto convenienti. L'olio di pesce più raccomandato per l'ADHD è di Nordic Naturals.
  • Zinco: diversi studi hanno dimostrato una riduzione dell'iperattività e dell'impulsività con l'assunzione di integratori di zinco nelle persone con ADHD. Gli studi menzionano i pazienti adulti con ADHD hanno livelli più bassi di zinco rispetto alle persone senza la condizione. Puoi prendere lo zinco sotto forma di capsule o ottenerlo da alimenti come noci, latticini, fagioli, cereali integrali e cereali fortificati. Se stai considerando lo zinco come integratore di farmaci, il miglior marchio di integratori da scegliere è NOW Foods.
  • Melatonina: questo farmaco non aiuta necessariamente direttamente con l'ADHD. Per chi ha problemi di sonno, la melatonina è un rimedio naturale per aiutare gli adulti ad addormentarsi la notte. Le persone con ADHD che non dormono causano il caos sui sintomi dell'ADHD.

I farmaci per l'ADHD per gli adulti possono essere utili per migliorare la qualità della vita. Se senti che qualcuno, o anche te stesso, ha sintomi di ADHD, non aver paura di essere diagnosticato. I farmaci per l'ADHD per gli adulti sono disponibili da anni. Hanno dimostrato di aiutare a gestire il disturbo in modo efficace. Molti adulti che hanno assunto farmaci per l'ADHD non rimpiangono la loro decisione.

Terapia comportamentale

La terapia comportamentale può richiedere molto tempo e impegno, ma il risultato può essere molto gratificante. Inoltre, se i genitori non vogliono che i bambini assumano farmaci per l'ADHD, la terapia comportamentale è una buona scelta. La terapia comportamentale consiste nel far rispettare ai bambini l'incoraggiamento quando fanno cose buone e anche la punizione quando fanno cose sbagliate (tuttavia, la punizione non dovrebbe essere usata frequentemente). La terapia cognitivo comportamentale aiuta i bambini a riconoscere i pensieri negativi e come evitarli. Diversamente dalla terapia farmacologica, gli effetti della terapia comportamentale sono permanenti. Con il giusto approccio, la terapia comportamentale può fare miracoli per aiutare i bambini a gestire e superare la condizione.

Qual è il miglior trattamento per l'ADHD?

Come accennato in precedenza, non esiste un trattamento migliore per l'ADHD. Tuttavia, i genitori possono prendere decisioni in base alla loro opinione nei confronti delle droghe. Se i genitori non vogliono che i loro figli usino droghe, la terapia comportamentale può essere una buona scelta. Diversamente dai farmaci, la sola terapia comportamentale può aiutare i bambini a gestire molto bene i sintomi dell'ADHD se i genitori la applicano correttamente. Tuttavia, attraverso le pratiche, i medici hanno raccomandato ai genitori di utilizzare la terapia comportamentale in combinazione con i farmaci per ottenere i massimi effetti.



Seleziona i campi da mostrare. Altri saranno nascosti. Trascina e rilascia per riorganizzare l'ordine.
  • Immagine
  • SKU
  • Valutazione
  • Prezzo
  • Di Serie
  • Disponibilità
  • AGGIUNGI AL CARRELLO
  • Descrizione
  • Composizione
  • Peso
  • Dimensioni
  • Informazioni aggiuntive
  • attributi
  • Attributi personalizzati
  • Campi personalizzati
Confronta
Lista dei desideri 0
Apri la pagina della lista dei desideri Continua a fare acquisti